18 anni, cosa regalare per la maggiore età

0
121
18 anni cosa regalare

I 18 anni sono l’età del cambiamento. Si arriva nel club delle responsabilità, ma l’altra faccia della medaglia è rappresentata dalla forte indipendenza che si ottiene, che permette di prendere in mano le redini della propria vita. E’ la classica età dove si toccano con mano i cambiamenti, si finisce (o si sta per finire) la scuola, per andare all’università o accingersi ad entrare nel mondo del lavoro, si può finalmente ottenere la patente di guida, si acquisisce la cosiddetta “capacità di agire”. Ma quando si viene invitati ad una festa di 18 anni o il festeggiato che entra nella maggiore età è un nostro caro, cosa dobbiamo regalargli?

Solitamente gli amici si riuniscono ed attraverso una colletta si sceglie il regalo, che solitamente proviene dal campo della tecnologia, che può essere uno smartphone di ultima generazione o un pc o un tablet o ancora un videogame.

Il discorso è un pò più complicato quando non si è amici del festeggiato ma la fidanzata o il fidanzato, un parente stretto o ancora la sorella o il fratello, il papà o la mamma. Quando, cioè, il regalo da fare è un pensiero che deve essere più impegnativo. In quel caso come ci comportiamo? Proviamo a definire insieme una serie di regali che potrebbero fare al caso nostro.

BUONO LIBRERIA – Ipotizziamo che il festeggiato sia una persona che ha sempre ottenuto ottimi voti a scuola e che abbia mostrato sempre tanta passione ed attenzione per lo studio, una soluzione potrebbe essere un buono da sfruttare in una libreria tra libri e cataloghi vari. La cultura è un aspetto della nostra vita che non ci abbandonerà mai, resterà sempre con noi ed invogliare i nostri giovani a leggere, ad approfondire sempre di più le varie tematiche non può che essere una scelta azzeccata.

IL VIAGGIO – Se invece vogliamo che il nostro neo-maggiorenne viva una esperienza totalmente nuova che lo metta nelle condizioni di farsi una avventura diversa, da solo o anche in compagnia di amici, un viaggio potrebbe essere la soluzione. Viaggiare senza la famiglia a questa età rappresenta un passo importante, decisivo e che ci permette di vedere le cose da angolature diverse. Regalare un biglietto Interrail, ad esempio, ha un fascino incredibile nei giovani e permette, in pochi giorni, di vedere quante più città possibili.

L’AUTO – Resta uno dei primi regali per i neo diciottenni ed anche neo patentati. Non per forza si deve comprare nuova in concessionaria, anzi per la maggioranza delle scuole di pensiero è il caso di comprare, per chi da poco ha acquisito il diritto di guidare, una automobile di seconda mano, di cilindrata contenuta e che permetterà di unire l’utile al dilettevole al nostro neo maggiorenne.

VACANZA STUDIO – Vanno sempre più di moda i regali che coniugano vacanza e studio di una lingua. Sul web se ne trovano a iosa, ed in effetti è un regalo sicuramente bello, intelligente e molto utile, considerando che oggi la conoscenza di una seconda (ma anche di una terza) lingua rappresenta un elemento imprescindibile per i nostri giovani. Ed allora regalare un soggiorno di due settimane in Inghilterra o in Irlanda o anche a Malta se si vuole approfondire l’inglese, o a Madrid se si vuole approfondire lo spagnolo, rappresenta una soluzione che farà sicuramente contento il neo maggiorenne e che vi ringrazierà anche nel corso degli anni che verranno, considerando l’utilità della cosa.

REGALI PIU’ SEMPLICI – Se pensate che finora i regali proposti siano tutti un pò cari abbiamo pensato anche a quelli più economici. Che fondamentalmente sono sempre gli stessi: il biglietto per un concerto di un idolo del neo maggiorenne, l’acquisto di un prodotto tecnologico, l’abbonamento a serie Tv a canali Tv a pagamento, un buono da poter spendere in negozi di abbigliamento o nel settore del leisure. Ancora un abbonamento in palestra o in piscina in base ai suoi gusti, un abbonamento a teatro o al cinema o a vedere la sua squadra del cuore se sappiamo che è un grande tifoso. Infine un’ultima idea potrebbe essere quella di iscriverlo ad un corso che sappiamo, da tempo, voleva effettuare ma che ancora non l’aveva fatto. Ad esempio la passione per il tennis non coltivata, la passione per il ballo non ancora concretizzata, la passione per la recitazione non ancora realizzata. Insomma le idee e le suggestioni sono tante e noi speriamo, dal canto nostro, con quest’articolo, di avervi fornito utili suggerimenti.